La Storia

Tradizione, appartenenza, natura:
l’acqua Recoaro e il suo stabilimento
sono indissolubilmente legati
al loro luogo d’origine.

Recoaro Terme e i benefici effetti delle sue acque sono noti dall’antichità e ebbero fama e notorietà alla fine del 1600, quando il Conte Lelio Piovene ne divulgò le virtù.

Fu verso la fine del secolo successivo, con la diffusione della pratica delle cure idroterapiche, che il piccolo centro veneto vide sorgere numerosi impianti termali e una notevole espansione alberghiera.

Nell’arco dei decenni successivi,
tanti personaggi illustri hanno soggiornato
a Recoaro, alla ricerca dei benefici
effetti delle sue celebri acque.

Il mondo della cultura, della politica e dell’arte è stato infatti rappresentato da ospiti quali Giuseppe Verdi, Nietzsche, Giacomo Zanella, Radetzscky, Lamarmora, Mayerbeer, Ponchielli, diversi membri della casa imperiale degli Asburgo e la Regina d’Italia Margherita di Savoia.

Situato nella vallata di Recoaro Terme, in provincia di Vicenza, lo stabilimento dell’acqua Recoaro rappresenta ancora oggi una delle realtà produttive più importanti della zona: in attività fin dal 1927, è divenuto un caposaldo dell’economia recoarese, l’emblema stesso delle antiche origini delle fonti, l’orgoglio e la tradizione degli abitanti locali: ogni sua bottiglia, il simbolo di un territorio.